COVID-19 Disaster Didn’t Re-limit Bitcoin – Investors More Curious Than Ever, Analysts Say

Bitcoin is now and for everyone – Never have more investors been tempted by Bitcoin (BTC) and cryptos. While the king of cryptos recently surpassed $ 13,000, a report from Grayscale tells us that now a majority of average people are considering buying cryptocurrency.

80% of BTC owners have bought it less than a year ago

The Grayscale investment fund recently published a study on „Bitcoin investors in 2020“ .

We therefore learn that interest in Bitcoin Era is growing strongly compared to last year. Of the 1,000 US citizens surveyed this year, 55% say they are considering investing in BTC. They were only 36% in 2019.

Another interesting metric: 83% of those who have already invested in Bitcoin report having done so recently , in the last 12 months at most. In more detail, we even note that 64% have invested over the last 6 months at most, despite the current pandemic .

The Covid-19 has even accelerated the shift to buying bitcoins

Among the rather surprising news that we learn from this report, we even discover that this global health crisis has motivated American investors to make their crypto-investments.

63% say they have decided to buy BTC because of the consequences of the Coronavirus pandemic.

In the end, the Grayscale study estimates that the market for potential investors in Bitcoin is now 32 million people in the United States. A nice increase compared to last year, because they were only 21 million.

One last notable and important point for the adoption of Bitcoin : respondents seem to be increasingly familiar with the invention of Satoshi Nakamoto. Eh yes ! 62% of investors said they were „familiar“ with how Bitcoin works – it was still just 53% last year alone.

Tone Vays dice che Bitcoin appare pronto per un grande breakout, mentre gli analisti di crittografia tracciano l’etereo e le traiettorie XRP

Il veterano di Wall Street e crittografo stratega Tone Vays ritiene che Bitcoin sia probabilmente sull’orlo di un’evasione mentre BTC lampeggia segnali rialzisti su più timeframe.

Vays dice che BTC è pronta a rompere la resistenza a 12.000 dollari

Vays dice che BTC è pronta a rompere la resistenza a 12.000 dollari e segna una pietra miliare storica sul grafico settimanale.

„Se si ottiene un nuovo high close settimanale intorno ai 12.000 dollari, questo è un segnale molto rialzista. Questo significa che abbiamo la chiusura più alta degli ultimi tre anni… Sarebbe la chiusura più alta dall’8 gennaio 2018…

Significa anche che su scala settimanale, ci sono state solo una, due, tre, quattro, cinque, sei settimane che avrebbero chiuso più in alto nella storia della Bitcoin Code. È incredibile. Questo è assolutamente incredibile“.

Vays sottolinea anche che, in base all’arco temporale giornaliero, Bitcoin sembra pronto ad andare più in alto.

„Ho appena dato un’occhiata al grafico giornaliero. L’ultima volta che ho fatto questo video è stato tipo tre o quattro giorni fa. Ho messo in questo piccolo canale. Questa era la mia linea di breakout a 11.550 dollari. L’abbiamo rotta stamattina. Ho un’altra stella verde. Tutto è in linea in questo momento: il settimanale, il quotidiano… Mi piace molto, amico. Penso che siamo pronti per l’evasione“.

Mentre Vays è rialzista sulla più grande criptovaluta per limite di mercato, un altro importante trader nota che l’azione storica dei prezzi di BTC e il ritiro del mercato azionario potrebbero non essere di buon auspicio nel breve termine. Lo stratega della crittografia e trader Smart Contracter fa riferimento all’azione dei prezzi all’inizio di quest’anno, il che indica che BTC potrebbe rivedere i suoi minimi di marzo 2020.

„BTC inizia a sembrare che lo abbia fatto a febbraio di quest’anno, prima che avessimo quel minimo finale di capitolazione. Qualcosa da tenere a mente, oltre al fatto che la chiusura settimanale di SP500 non è stata troppo calda, sembra un doppio top, e un test di 3.200 bassi di gamma sulle carte“.

Per quanto riguarda Ethereum

Per quanto riguarda Ethereum, il trader Michaël van de Poppe dice che la seconda più grande moneta criptata è pronta per la prossima tappa, se BTC continuerà a mostrare segni di forza.

„Dobbiamo aspettare qui (circa 370 dollari). Mettete in moto una compressione. Se riusciamo a far partire quella compressione e testiamo di nuovo i massimi intorno all’area di resistenza di 390 dollari, penso che possiamo fare una fuga verso i 440 dollari ad un ritmo relativamente veloce. Questo perché, dato anche il fatto che abbiamo questo frequente test qui (circa $390). Che un’altra prova causerà molto probabilmente il prezzo per sfondare e fare un rally verso i 440 dollari“.

Nel frattempo, un popolare analista su TradingView sta dicendo ai suoi seguaci che anche XRP è pronto per un rally di breakout se ha un supporto storico di 0,23 dollari.

„XRPUSD si trova in una situazione in cui ha bisogno di mostrare quanto bene può tenere i supporti stabiliti e di formare un breakout decente da questo punto come è segnato nel mio grafico.

Quando XRPUSD si presenta con questo e si muove al di sopra del limite superiore con un movimento volatile decisivo, confermerà finalmente la formazione del canale discendente in modo corretto verso l’alto e attiverà ulteriori movimenti. Questa prospettiva è anche in corrispondenza con la formazione della testa e della spalla inversa che XRPUSD sta costruendo qui, di cui ho già parlato nell’analisi passata“.

Les investissements en niveaux de gris prennent le contrôle de 2,4% de l’offre de Bitcoin

Selon les rapports, un gestionnaire de fonds crypto contrôle désormais un volume notable de l’offre actuelle de BTC.

Des rapports ont révélé que Grayscale Investments contrôle désormais jusqu’à 2,4% de l’offre actuelle de BTC.

Au cours de la semaine dernière, Grayscale Investments, un gestionnaire de fonds cryptographiques, a enregistré une augmentation des actifs sous gestion dans son Bitcoin System. Cette augmentation se produit à plus de 180 millions de dollars.

Acquisition de Bitcoin par Grayscale Investments

Selon les données de Bybt Pro , au cours des sept derniers jours, a Niveaux de gris fait une addition de 17.000 Bitcoins à son Bitcoin Trust. Au total, Niveaux de gris possèdent désormais 449 900 pièces sous leur gestion. Avec le trading d’actifs cryptographiques à 10890 $, clôturant au-dessus de 10000 $ chaque jour au cours des neuf dernières semaines, cela vaut environ 4,9 milliards de dollars.

De l’analyse ci-dessus, il montre clairement que les investissements en niveaux de gris ont maintenant pris le contrôle d’environ 2,4% de l’offre totale de Bitcoin. Selon CoinMarketCap , l‘ offre de Bitcoin est actuellement de 18 504 575, et pour le moment, Grayscale ne montre aucun signe d’arrêt de son acquisition de Bitcoin.

L’offre totale de Bitcoin est plafonnée à 21 millions, ce qui implique que le BTC restant à exploiter est d’environ 2,5 millions. Cela représente environ 11,9% de l’offre totale de Bitcoin qui reste à générer. Avec ses prouesses actuelles, si Grayscale Investments cessait d’acquérir des bitcoins à l’heure actuelle, plus de 2% de tous les Bitcoins en circulation seraient toujours contrôlés par la firme. Autrement dit, au moment où l’extraction du bloc final se produit.

D’autres entreprises acquièrent également des Bitcoins

Outre les investissements en niveaux de gris, d’autres formes voient également les avantages d’investir dans les crypto-monnaies. MicroStrategy, une société de veille économique, a également troqué son capital inutilisé de fiat à Bitcoin. Le capital échangé vaut plus de 400 millions de dollars.

Selon les rapports , MicroStrategy a amassé jusqu’à 38250 BTC depuis son premier achat de crypto en août. C’est moins de 10% de celui des niveaux de gris.

Le PDG de Grayscale, Barry Silbert, a tweeté le 15 septembre que les deux sociétés étaient dans une «course à l’achat» de Bitcoin.

I pagamenti delle assicurazioni contro il ransomware potrebbero violare le sanzioni

Gli hacker dalla Corea del Nord e dalla Russia sono stati pagati negli ultimi anni, entrambi sanzionati
Secondo il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, le compagnie di assicurazione che pagano i criminali informatici per conto delle aziende in caso di richiesta di ransomware potrebbero violare le sanzioni. Un’ondata di hack seguita da richieste di ransomware negli ultimi anni ha portato le compagnie di assicurazione a pagare il riscatto, tipicamente in Bitcoin , ma il Tesoro ha ora avvertito che se gli hacker si dimostrassero collegati a paesi nell’elenco delle sanzioni statunitensi, le compagnie di assicurazione potrebbero affrontare rigide sanzioni.

L’assicurazione contro i ransomware è più necessaria che mai

L’avvertimento alle compagnie di assicurazione è arrivato dall’Office of Foreign Assets Control (OFAC) del Tesoro e dalla Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN) e ha fatto riferimento al numero crescente di casi di ransomware in cui i pagamenti sono richiesti in Bitcoin.

Le richieste di pagamento del ransomware sono aumentate durante la pandemia di coronavirus poiché sempre più persone hanno lavorato da casa, consentendo agli hacker di prendere di mira i sistemi online in modo più efficace. Reuters stima i pagamenti ransomware medi per il secondo trimestre a $ 178.254, un aumento del 60% rispetto al primo trimestre.

Principali hacker dei paesi sanzionati

L’avvertimento del Tesoro non è una minaccia inutile. È risaputo che la Corea del Nord è un importante cyber hacker , con il loro gruppo Lazarus sponsorizzato dallo stato che ha portato centinaia di milioni di dollari attraverso richieste di ransomware e hack di criptovaluta negli ultimi anni.

L’OFAC ha citato attacchi informatici risalenti al 2015 che sono stati successivamente ricondotti ad hacker in Corea del Nord e Russia, due paesi sanzionati, e ha sottolineato che le aziende che si impegnano con paesi sanzionati o determinati individui di quei paesi possono essere perseguiti e puniti.

Il promemoria mette le compagnie di assicurazione in una posizione difficile e può comportare la rimozione della copertura relativa al ransomware, lasciando le aziende che detengono il bambino se dovesse essere violato.